L'ARTE COME INCANTESIMO CHE DA' FORMA

critici

 


Carlo Pitera’: “L’arte come incantesimo che dà forma”
Presentazione del Prof. Augusto Alessandri alla mostra personale presso il Kursaal di Abano Terme
(18/9 – 5/10/2003).

 

Fritz Krause in “Maschere e figure degli antenati” sostiene che l’arte, anche nelle cerimonie di maschere primitive, è “un incantesimo che dà forma”.
Le parole di Krause ci vengono in mente nell’osservare i quadri di Carlo Piterà, un pittore profondamente inserito nella visione di una realtà che si trasforma attraverso il gorgo indistinto dell’inconscio in cui le immagini scorrono lente infrangendo il muro della quotidianità banale ed opaca.
Del patrimonio del mito Piterà afferra la grande epica classica che l’Artista volge e potenzia con carattere squisitamente individuale ed intimistico (cfr. “L’incantatore”, olio su tavola), rivisitando il mito antico in chiave moderna e rappresentandolo come categoria psicologica perenne dell’uomo (cfr. “L’unicorno”, olio su tavola; “Viaggio nella terra dei morti”, olio su tela; “Rifiuto della mediocrità”, olio su tavola, ecc.).
E’ evidente che in tale contesto artistico i significati delle immagini e la vitalità della narrazione vanno ricercati al di là e al di sopra dei continenti, in una magica dimensione.
C’è in Piterà un continuo affinamento di quella sensibilità metafisica che è il dono dell’artista, come sosteneva anche Apollinaire, di raccogliere “attraverso misteriose antenne” gli eventi che si tramano nel segreto dello spirito (cfr. “Sindrome di Stendhal”, “L’attesa di Eva”, ecc.).
Ed è in questa originale singolarità che occorre leggere la pittura di Carlo Piterà: un caleidoscopio di colori, di luci e di “voci” che si levano come nella famosa “Salon” di Paul Eluard, concretizzata e risolta nell’opera pittorica di Ives Tanguy:

 

“Amour des fantasies permises
du soleil
des citrons
du mimose leger…”.

 


Padova e il suo territorio,

rivista di storia arte cultura, anno XVIII, n. 105, ottobre 2003


 


stampa documento

“CARLO PITERÀ – PROVOCAZIONE DELLA FORMA”
COMUNE DI PADOVA – ASSESSORATO ALLA CULTURA
SETTORE ATTIVITÀ CULTURALI - SETTORE MUSEI E BIBLIOTECHE
PROGRAMMA MOSTRE LUGLIO – AGOSTO 2002
PADOVA CULTURA